• dal 1 febbraio 2017 nuovi orari apertura chiese da lunedì a sabato dalle 10.30 alle 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); SAN GIOVANNI ELEMOSINARIO da lunedì a sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.15 (ultimo ingresso alle ore 13.00) - SAN STAE da lunedì a sabato dalle ore 13.45 alle ore 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); BASILICA DEI FRARI INVARIATO da lunedì a sabato dalle ore 9 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30) domenica dalle ore 13 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30)
  • 5per1000 Sostieni Chorus con il tuo 5per1000 e scrivi il nostro codice fiscale 94038070275 nel primo riquadro (ONLUS)
  • Chiesa di San Giobbe A causa di importanti lavori di manutenzione la visita artistica è sospesa nella chiesa di San Giobbe.

Le chiese >  Chiesa di San Giacomo di Rialto
ISCRIZIONI INTERNE

Secolo: XVI°
LE ISCRIZIONI A LATO DEL PORTALE D'INGRESSO  

Sui pilastri che incorniciano a sinistra e a destra il portale d'ingresso principale sono collocate le riproduzioni su pietra dei due brevi apostolici di Leone X indirizzati alla Chiesa di San Giacometto.  

L'iscrizione di sinistra riproduce il documento del 22 agosto 1516 in cui papa Leone X conferma il privilegio conferito alla chiesa di San Giacometto di Rialto da papa Alessandro III relativa all'indulgenza plenaria per i giovedì santo di ogni anno. Si noti la sottoscrizione firmata da Pietro Bembo, l'illustre umanista segretario privato del papa.

L'iscrizione di destra, datata 3 marzo 1520 invece, ripercorre in modo più dettagliato il contenuto della precedente. Entrambe si chiudono con una sottoscrizione in cui si elencano i nomi di Leonardo Loredan (doge fra il 1501 e il 1521), del legato pontificio Averoldo di Bassanso, del patrizio Arcangelo Minio che ha partecipato alla missione con il papa e del parroco Natale Regia. Infine scolpite a rilievo vi sono gli stemmi di papa Leone X, di Antonio Contarini, patriarca di Venezia, e del Regia stesso.  

A sinistra del portale d’entrata è collocata l’iscrizione più recente: il testo ricorda la concessione della chiesa, per decreto firmato dal Cardinale Pietro La Fontaine il 4 maggio 1932, all’arciconfraternita di San Cristoforo.
In quest’occasione inoltre si procedette al restauro dell’edificio.
Nella base della cornice sono scolpiti a rilievo gli stemmi dell’Arciconfraternita di San Cristoforo, del Cardinale La Fontaine, del suo successore il cardinale Piazza e della famiglia Mocenigo (il conte Mario Nani Mocenigo fu presidente della confraternita dal 1931 fino alla sua morte).
Chorus - Associazione per le Chiese
del Patriarcato di Venezia

San Polo, 2986 - 30125 Venezia
tel +39 041 27 50 462
fax +39 041 27 50 494
P.Iva 03034040273
info@chorusvenezia.org