• dal 1 febbraio 2017 nuovi orari apertura chiese da lunedì a sabato dalle 10.30 alle 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); SAN GIOVANNI ELEMOSINARIO da lunedì a sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.15 (ultimo ingresso alle ore 13.00) - SAN STAE da lunedì a sabato dalle ore 13.45 alle ore 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); BASILICA DEI FRARI INVARIATO da lunedì a sabato dalle ore 9 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30) domenica dalle ore 13 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30)
  • 5per1000 Sostieni Chorus con il tuo 5per1000 e scrivi il nostro codice fiscale 94038070275 nel primo riquadro (ONLUS)
  • Chiesa di San Giobbe A causa di importanti lavori di manutenzione la visita artistica è sospesa nella chiesa di San Giobbe.

Le chiese >  Chiesa di San Giacomo di Rialto
ISCRIZIONI ESTERNE

Secolo: XVI°
LE ISCRIZIONI ESTERNE  

L’iscrizione a destra del portale d'ingresso principale celebra la realizzazione della facciata esterna della chiesa curata da N. Regia nel 1531. Stando al testo, i lavori sarebbero stati conclusi esattamente il 25 marzo, ricorrenza sia della fondazione di Venezia sia della chiesa stessa, secondo la tradizione a lui nota.  

L’iscrizione a sinistra del portale d'ingresso principale rievoca la concessione dell’indulgenza plenaria nel giorno del giovedì santo di ogni anno riconosciuta alla chiesa di San Giacomo di Rialto da papa Alessandro III nel 1177. Non essendoci menzione della riconferma di tale privilegio ottenuta il 22 agosto 1516 da papa Leone X, si presume che l'epigrafe sia stata commissionata fra l'entrata in carica del Regia (1503) e questa data. Incorniciano l’iscrizione, in alto lo stemma del Regia, marcato dal cappello prelatizio ed in basso il blasone Piccolomini sormontato dalla tiara pontificia, un tributo ufficiale a Pio III, papa in carica per soli 26 giorni fra il settembre e l’ottobre 1503 (il quale probabilmente avrà concesso dei privilegi al pievano o quale semplice indicazione temporale della presa in servizio del Regia).  

Le due iscrizioni inserite nel prospetto posteriore, rivolte a chi proveniva dal ponte, richiamano la doppia vocazione della zona di Rialto: la prima, inscritta in una croce bizantina, è un’invocazione di protezione a Cristo; la seconda, che corre longitudinalmente al di sotto della precedente, raccomanda il rispetto dell’onestà dei prezzi e della lealtà nella stipula dei contratti. Queste due epigrafi risalgono probabilmente all'intervento di rifacimento dell'edificio promosso dal Domenico Selva (doge fra il 1071 e il 1084).
Chorus - Associazione per le Chiese
del Patriarcato di Venezia

San Polo, 2986 - 30125 Venezia
tel +39 041 27 50 462
fax +39 041 27 50 494
P.Iva 03034040273
info@chorusvenezia.org