• dal 1 febbraio 2017 nuovi orari apertura chiese da lunedì a sabato dalle 10.30 alle 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); SAN GIOVANNI ELEMOSINARIO da lunedì a sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.15 (ultimo ingresso alle ore 13.00) - SAN STAE da lunedì a sabato dalle ore 13.45 alle ore 16.30 (ultimo ingresso alle ore 16.20); BASILICA DEI FRARI INVARIATO da lunedì a sabato dalle ore 9 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30) domenica dalle ore 13 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30)
  • 5per1000 Sostieni Chorus con il tuo 5per1000 e scrivi il nostro codice fiscale 94038070275 nel primo riquadro (ONLUS)
  • Chiesa di San Giobbe A causa di importanti lavori di manutenzione la visita artistica è sospesa nella chiesa di San Giobbe.

Le chiese >  Chiesa di San Polo
FACCIATA

Autore: Anonimo
Secolo: XV°
DATA: fine XIV - inizio XV secolo COLLOCAZIONE: San Polo, campo San Polo  TECNICA: muratura MATERIALI: laterizio, pietra d'Istria

Secondo la tradizione, la chiesa di San Polo (s. Paolo apostolo) venne eretta per volere dei dogi Pietro e Giovanni Tardonico nell’837. Sebbene questa informazione non sia confermata da alcuna fonte, una datazione al IX secolo è più che plausibile. L’antica fabbrica era conformata secondo principi stilistici e formali di derivazione bizantina. Nel tempo la chiesa venne rimaneggiata, ma mai ricostruita completamente: per questo motivo, se il linguaggio decorativo predominante è quello tardo-gotico, adottato durante i restauri databili al XIV-XV secolo, la scansione spaziale risulta aderente a quella originaria. Alcune importanti modifiche furono apportate dall’architetto Daniele Rossi nel 1804: questi sostituì l’abside semicircolare con una semiottagonale, le antiche colonne della nave centrale con delle nuove di gusto neoclassico, e tamponò vecchie finestre per aprirne di nuove.  La facciata principale, quella posta all’inizio delle navate, è oggi scarsamente visibile per la costruzione, in epoca antica, degli edifici che circondano la chiesa; nella sua massa muraria venne aperto, durante i lavori di XIV-XV secolo, il bellissimo rosone oggi osservabile dalla prospiciente corte del Cafetier.Il fianco destro della chiesa è quello attraverso il quale avviene oggi l’ingresso. Il trattamento della superficie muraria è essenziale: vi si aprono quattro monofore archiacute e il bel portale tardo-gotico leggermente strombato, con timpano ogivale, decorato a motivi a tortiglioni e floreali e culminante nella cuspide con un fiorone a corolla emergente dalla linea di gronda.
Chorus - Associazione per le Chiese
del Patriarcato di Venezia

San Polo, 2986 - 30125 Venezia
tel +39 041 27 50 462
fax +39 041 27 50 494
P.Iva 03034040273
info@chorusvenezia.org